CUSTODIA DOPPIA

La prossima settimana andrò a Londra in aereo e vorrei portare due chitarre con me. Per comodità ho cercato una custodia doppia e non trovandola ho deciso di costruirmela con (quasi) tutto materiale di recupero.

La custodia consiste in due gusci di plastica ondulata ricavati da delle INTERFALDE (quelle che si usano nei pallet) con un perimetro di legno di circa 2×2 cm di sezione. I gusci sono simmetrici e sono uniti da due cerniere metalliche.

custodia01Dopo aver progettato il tutto con Autocad ho costruito una dima di legno.
Il solido non ha tutte le facce piane, ho pensato le due superfici più grandi con un raggio di curvatura, di modo da acquisire nervatura. Il mio amico Vittorio, esperto di 3D, mi ha ricavato gli sviluppi dei pezzi di interfalda da tagliare.

custodia02Ho iniziato a tagliare i pezzi e a curvarli con l’aiuto della stufa.
Assemblo un guscio alla volta con nastro “AMERICANO” poi incollo gli spigoli dall’interno con colla “AMERICANA”: vi giuro che sono prodotti venduti con con questi nomi.

custodia03 custodia04 custodia05Ho dovuto inserire il bordo di legno per rendere il tutto stabile, dopo averli assemblati con un giro di viti li ho accoppiati con due vecchie cerniere.

custodia07
custodia06
custodia08Sono stato soddisfatto del prototipo, è venuto bello robusto e abbastanza leggero, quindi sono andato avanti e ho fatto fare una sacca di tela nera con zip a mia zia Annamaria, abile sarta.
L’impugnatura fatta con le cinture di sicurezza smontate dalla vecchia 500 di mio nonno.

custodia09All’interno poi ho posizionato un rivestimento di spugna per far star comode le chitarre.

custodia10La custodia finita pesa 3,5 kg, in totale 6 kg comprese chitarre.
Non è molto ma neanche poco.
Però ho scoperto che si può portare comodamente in spalla come uno zaino.
Probabilmente se me la dovrò portare in giro tutto il giorno avrò lo stesso il braccio a pezzi.

custodia11

custodia12Prossimo prototipo in fibra di carbonio!

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.